Post più popolari

mercoledì 29 marzo 2017

AI MIEI FIGLI

CI SONO NELLA VITA MOMENTI IN CUI UN UOMO DECIDE SE SCRIVERE O MENO UN TESTAMENTO, CIO' CHE PIU' DESIDERA LASCIARE AI POSTERI, CIO' PER CUI HA SPESO UNA VITA IN MANIERA PIU' O MENO INDECENTE.
ALCUNI SCRIVONO E STRACCIANO PAGINE SOLCATE DA INCHIOSTRO INDELEBILE, PAROLE SPESE PERCHE' NON SI DICA CHE LA SUA VITA E' STATA UNA MERDA, ALTRI CHE CON LA MERDA CI HANNO SEMPRE CONVISSUTO PREFERISCONO ANDARSENE IN SILENZIO IN MODO DA POTER FARE MENO RUMORE POSSIBILE.
IO HO DECISO CHE LA VITA CHE MI E' STATA DONATA E' IRRIMEDIABILMENTE

(continua alla fine dopo le foto)







































































COMPROMESSA DA CIO' CHE SONO DIVENTATO, LASCIARE UN TESTAMENTO MI SEMBRA LA COSA PIU' CRUDELE CHE POSSA INVENTARMI, SPIRITUALE FORSE, AVREBBE PIU' SENSO.
HAI MIEI EREDI? ......... A LORO LUCE DEL MIO BUOI TUNNEL LASCIO TUTTO QUELLO CHE SONO E CHE SONO STATO, POCHI DIPINTI CHE RICORDINO I MIEI MOMENTI TRISTI E FELICI VISSUTI CON LA CONSAPEVOLEZZA CHE OGNI MOMENTO POSSA ESSERE STATO L'ULTIMO, MA COMUNQUE SPERO CHE I MIEI FIGLI POSSANO GIOIRE E SORRIDERE SCOPRENDO A POCO A POCO LE RADICI E IL MOTIVO CHE LI HA PORTATI AD ESISTERE, A TE SOFIA, A TE VINCENZO, VOSTRO PADRE.



mercoledì 22 marzo 2017

LUCE E TENEBRE

Buongiorno presentiamo adesso due artiste del bello, creatrici di gioie, qui di seguito alcune opere che lasciano intravedere fantasia, luce e meraviglia.
"Come luce nelle Tenebre, gioioso sorriso nella notte"

Grazie



Elvira Muminovic















































venerdì 17 marzo 2017

Pavika Pao

Buongiorno signori, io Roberto Atria in data 17 marzo venerdì, presento a voi una grande artista, una grande persona, una cara amica, Paola Spaeranza............................
Le opere di questa grande artista sono per me commoventi, l'espressione marcata fa risaltare l'emozione che ne scaturisce, una scarica di colori invadenti pervadono spazi grigi e bui, grande Paola



























lunedì 27 febbraio 2017

GENTILI VISITATORI DI QUESTO BLOG, LASCIATE CHE VI PRESENTI UN'ARTISTA POLIEDRICA, CREA DIPINGE E STUPISCE, QUESTA E' SIMONA CURRA', A VOI LE SUE CREAZIONI.











E VA BENE COSI', SENZA PAROLE

NUOVI ISCRITTI "DIMMI CHE PUOI URLARE"

SONO INTERVENUTI NEL NOSTRO LABORATORIO D'ARTE DUE UOMINI, DUE ARTISTI, DUE ANIME GENIALI, GRAZIE GIOVANNI RUGGIERI E ROBERTO CRIPPA.






E' INIZIATA L'AVVENTURA, CON QUESTI PERSONAGGI CHE SI SONO AGGIUNTI SARA' UN'AVVENTURA.


domenica 12 febbraio 2017

GIUSI PUGLISI


Sono abbastanza un'esplosione, una scintilla nella quiete di giorni in cui cerchi di andare avanti e la vita ti colpisce dritto in faccia. Sei fermo a guardare il cielo e a perderti nell'orizzonte e all'improvviso qualcosa distrugge tutto irrimediabilmente. Rimangono solo macerie e il tuo dover essere forte per affrontare tutto quanto, cercare di ricostruire quelle certezze che però ad effetto domino si frantumano una dopo l'altra, e più i giorni passano più tu devi rincorrerle, ricostruirle, sanguinare e stringere i denti per rimetterle in piedi e rimettere in piedi te stesso. Le macerie distrutte che ho dentro sono le case evacuate delle persone che erano nella mia vita e mi hanno abbandonata. Il mio cuore è la dimora dell'abisso in cui mi sono persa, o forse, ritrovata. Ed è dentro di me che cerco di rimettere insieme quelle case, è dentro di me che sento la necessità di costruirne delle nuove...ma quelle vecchie rimangono lì a prendere polvere e ad intossicare l'aria che si potrebbe respirare. Così soffochiamo tutti quanti nel momento in cui riesco ad erigere, trovo spazio per un nuovo posto sicuro, ma l'asfissia unita alla scintilla genera un'esplosione e tutto è di nuovo solo un flebile attimo. Il mio corpo è una reggia abbandonata, piena di stanze buie e spente. Luoghi di cemento armato che se anche li abbattessi del tutto un giorno, mi lascerebbero la polvere dentro e l'ombra di quello che sono stati. Quello che ho fuori dal corpo è una vita fatta di continui spostamenti su cui mai ho potuto avere davvero il controllo, semplicemente costretta ad uscire con un urto dalla finestra più alta. Allora ho iniziato ad abitarmi dentro.
TENEBRA ART RINGRAZIA


venerdì 22 aprile 2016

PERDITA DI VISTA A PUNTI, O DI PUNTI DI VISTA
















MINCHIA MI STAIU PIRDENNU , MA VERU PERO'.....
SI DEFORMANO LE VISIONI E LE PERCEZIONI DI QUESTO NAUFRAGIO TERRIBILE CHE VITA CHIAMASI.............
MA VA SUCA VA